info@next14.com
+39 02 56567365

La parola all’esperto: Luca Cattaneo e il Prime Day

Il Prime Day si avvicina e, in vista di questo evento, abbiamo chiesto a Luca Cattaneo, Head of Digital Performance dell’Amazon Agency di Next14 quali siano le best practice da applicare.

In vista del Prime Day, molti rivenditori online sono alla ricerca di strategie efficaci per massimizzare le vendite su Amazon. Quali sono le best practice che consiglieresti loro di adottare?

Innanzitutto, è fondamentale pianificare in anticipo le attività da mettere in atto per garantire il successo durante l’evento. Ecco cosa consiglierei:

  1. Ottimizzare le pagine prodotto: occorre assicurarsi che le tue pagine prodotto siano complete, accurate e convincenti. Bisogna utilizzare immagini di alta qualità, descrizioni dettagliate e specifiche precise per catturare l’attenzione dei potenziali clienti e guidarli verso l’acquisto.
  2. Offerte promozionali: in occasione del Prime Day, si possono offrire sconti speciali, bundling di prodotti o promozioni limitate nel tempo per aumentare le conversioni e creare un senso di “urgenza”.
  3. Campagne pubblicitarie: utilizzare strumenti come Amazon Advertising per promuovere i propri prodotti durante il Prime Day è assolutamente fondamentale per portare un boost di al vendite al proprio account. È possibile sfruttare la pubblicità attraverso le sponsorizzazioni Sponsored Ads per raggiungere, nell’immediato, un pubblico interessato alla propria categoria di riferimento e posizionarsi in modo prominente nelle ricerche dei clienti.
  4. Monitorare e ottimizzare le performance: durante l’evento, occorre monitorare costantemente le metriche di performance come le vendite, il traffico e la visibilità. Questi dati sono molto utili per identificare opportunità di miglioramento e prendere decisioni strategiche per ottimizzare le strategie future.

Quali sono gli errori più comuni che le aziende commettono durante il Prime Day e come è possibile evitarli?

Durante il Prime Day, abbiamo notato che molte aziende commettono degli errori che possono compromettere i risultati delle loro campagne. Eccone alcuni molto comuni da evitare:

  1. Mancanza di pianificazione: iniziare tardi o non avere una strategia chiara può portare a una perdita di opportunità. Occorre iniziare a pianificare in anticipo, definendo gli obiettivi e le tattiche da adottare per massimizzare i risultati. È importante utilizzare le campagne DSP per acquisire visibilità pre-evento e raggiungere tutte quelle audience di potenziali clienti che potranno poi acquistare i prodotti durante le giornate di Prime Day.
  2. Mancanza di visibilità: nelle giornate di promozione la concorrenza è estremamente elevata. Se il prodotto sul quale vogliamo puntare non è visibile, potrebbe passare inosservato. È necessario assicurarsi di ottimizzare le parole chiave, migliorare il ranking e investire in pubblicità per aumentare la visibilità e raggiungere i potenziali acquirenti.
  3. Prezzi poco competitivi: uno degli aspetti chiave del Prime Day è proporre offerte che risultino allettanti agli occhi dei clienti. Se i prezzi dei prodotti che abbiamo a catalogo non sono competitivi, è probabile che i clienti protendano per la concorrenza. Bisogna eseguire una ricerca accurata sui prezzi medi all’interno della categoria merceologica di riferimento e assicurarsi di offrire sconti significativi per attirare l’attenzione degli acquirenti. Tutti gli utenti che faranno acquisti su Amazon durante le giornate di evento, andranno certamente alla ricerca del miglior prezzo o dell’offerta irrinunciabile e non acquisteranno un prodotto non scontato che sanno di poter trovare in qualsiasi altro giorno dell’anno.
  4. Ignorare le recensioni dei clienti: le recensioni su Amazon sono estremamente importanti. Ignorare le recensioni o non gestirle correttamente può danneggiare la reputazione del marchio. Rispondere prontamente alle recensioni, sia positive che negative, dimostra un grande impegno nel fornire un’esperienza di acquisto di alta qualità.

Quali sono le tendenze emergenti che potrebbero influenzare il Prime Day e come consigli di adattarsi ad esse?

L’ecosistema Amazon, e il panorama e-commerce in generale, è in continua evoluzione, e ci sono alcune tendenze emergenti che potrebbero influenzare il Prime Day 2023. Ecco alcune di esse:

  1. Personalizzazione dell’esperienza: i clienti si aspettano un’esperienza personalizzata durante l’acquisto online. Utilizzare dati e strumenti di personalizzazione per offrire raccomandazioni di prodotti pertinenti, promozioni personalizzate e un servizio clienti di qualità superiore sono senza dubbio elementi fondamentali per costruire una strategia vincente.
  2. Sostenibilità: sempre più acquirenti sono interessati a marchi e prodotti sostenibili. Avere a catalogo prodotti che presentino la possibilità di comunicare e promuovere alcuni aspetti sostenibili, come l’utilizzo di materiali eco-friendly o processi di produzione responsabili costituisce senza dubbio un plus.

Adattarsi a queste tendenze richiede un costante monitoraggio e un’apertura all’innovazione. Bisogna essere pronti ad abbracciare nuove tecnologie e a migliorare costantemente l’esperienza di acquisto dei propri clienti per rimanere competitivi sul mercato.

Tuttavia, l’ottimizzazione su Amazon può richiedere molto tempo e sono necessarie competenze specifiche per avere successo, Collaborando con un partner strategico come l’Amazon Agency di Next14, è possibile raggiungere obiettivi concreti grazie all’ottimizzazione dei contenuti e al monitoraggio costante delle prestazioni per poter costruire insieme strategie specifiche per ottenere risultati rilevanti.

Raggruppa 567@2x

Ti potrebbe interessare

La parola all’esperto: Veronica Montagner e 3 consigli per ridurre le emissioni digitali
Di Flipside, Instagram e Bard: novità social e creatività tecnologica nel 2024

Entra in contatto
con un nostro esperto!

Seleziona l'area di interesse

    * I campi contrassegnati dall’asterisco sono obbligatori



    Proseguendo dichiari di aver letto e compreso l’informativa privacy