Skip links

Publisher vs Advertiser

Diversi attori sono coinvolti nella pubblicità online. I due termini che si sentono più spesso sono gli advertiser (inserzionisti) e gli editori. All’interno di una rete pubblicitaria si crea una relazione tra Publisher vs Advertiser.

In questo articolo andremo ad approfondire chi sono gli inserzionisti e chi sono gli editori/publisher ed in che modo interagiscono tra loro.

 

Chi sono gli Advertiser?

L’advertiser è qualcuno che ha un prodotto o un servizio da vendere e ha bisogno di uno spazio pubblicitario per raggiungere questo obiettivo.

Una persona fisica o giuridica (azienda o brand) che vorrebbe pubblicizzare i propri prodotti o servizi a un vasto pubblico. Gli advertiser pagano per mostrare le loro offerte agli utenti che hanno maggiori probabilità di acquistare i loro prodotti. Questi acquistano spazi pubblicitari, pagando per ottenere visualizzazioni, clic, acquisti o download di applicazioni.

Gli Advertiser possono utilizzare diversi strumenti come Google Ads oppure altre piattaforme di advertising per impostare campagne pubblicitarie.

Gli inserzionisti online devono collaborare con gli editori per trovare sbocchi per i loro contenuti, che possono aiutarli a raggiungere il loro potenziale pubblico. Gli inserzionisti possono mettersi in contatto direttamente con gli editori oppure possono acquistare questi spazi da network, come vedremo in seguito.

 

Chi sono i Publisher

Un publisher/editore è una persona o anche un’azienda che mostra annunci nel proprio spazio digitale. Possiedono o gestiscono siti Web o hanno il diritto di posizionare e gestire gli annunci su di essi in modo che i visitatori possano vedere le offerte degli inserzionisti.

Questi lavorano per collegare l’utente (qualcuno che potrebbe acquistare un prodotto o servizio) con l’annuncio e realizzano entrate facendo comparire questi annunci sul loro sito web solitamente attraverso una rete pubblicitaria.

I publisher selezionano all’interno di una pagina web gli spazi migliori per l’inserzione pubblicitaria e selezionano il formato pubblicitario più adatto.

Editori esperti combinano magistralmente vari formati di annunci per ottenere maggiori entrate dalla rotazione degli annunci e non infastidire gli utenti.

Qualsiasi proprietario di un sito può, in teoria, diventare un editore e può decidere di monetizzare le sue proprietà.

 

La rete pubblicitaria tra publisher vs advertiser

Una rete pubblicitaria collega chi ha bisogno di traffico e chi lo offre. Gli inserzionisti acquistano traffico dagli editori tramite reti pubblicitarie.

Gli inserzionisti possono scegliere dove esporre le proprie offerte, con quale frequenza e a quale prezzo. Significa che decidono quanto sono disposti a pagare agli editori e danno indicazioni a questi ultimi sugli spazi dove pubblicare i loro annunci.

Gli inserzionisti forniscono il contenuto e gli editori forniscono il traffico. Gli editori sono spesso interessati a ricevere una buona offerta da un inserzionista, quindi quanto vale il loro mentre indirizzano il traffico verso di essa.

La credibilità che l’editore riesce a crearsi genera un maggiore guadagno per lui che potrà vendere gli spazi pubblicitari a disposizione sul proprio sito web ad un prezzo maggiore. Di conseguenza questo avvantaggia anche gli inserzionisti poiché i loro annunci verranno cliccati con maggiore frequenza.

Gli editori vendono il numero di volte in cui il loro pubblico vedrà o interagirà con una pubblicità. Ad esempio, potrebbero essere pagati per mille impressioni di banner. In quel momento viene visualizzato un noto indice CPM (costo per mille impression), qui ne parliamo in dettaglio. Gli editori si preoccupano molto del CPM in quanto è indicatore di quanto sia prezioso il loro traffico e influenzi le loro entrate.

 

Qual è la differenza tra un publisher e un network?

Quando un’azienda decide di voler realizzare una campagna pubblicitaria, deve collaborare con i publisher che sono disposti a mostrare il messaggio al pubblico.

Tuttavia, le aziende di solito non si rivolgono direttamente al publisher con i loro annunci e banner pubblicitari

Un network pubblicitario interviene e collega le aziende e le agenzie con il publisher. Il publisher si iscrive ad un network e permette a quel network di usare il loro spazio per fare pubblicità.

Il network riceve una parte del guadagno per trovare i migliori publisher per la specifica campagna pubblicitaria, e il publisher riceve il resto.

 

Come guadagnano i publisher

I publisher guadagnano denaro mostrando gli annunci, e il costo si basa di solito su quattro diversi modelli di prezzo

  • Costo per click (CPC): In questo modello, l’inserzionista paga un prezzo per ogni click.
  • Costo per azione (CPA): acronimo di Cost per acquisition o Cost per action. È il costo medio di un annuncio pubblicitario quando viene effettuata un’azione specifica.
  • Costo per Mille (CPM): In questo caso, un “mille” si riferisce a 1.000 impressioni. Se una campagna è, ad esempio, orientata alla
  • Costo per installazione (CPI): Questo è il modo più comune per le app mobile.

Le reti pubblicitarie sono ecosistemi in cui entrambi i ruoli sono uguali e preziosi e in questo articolo Publisher vs Advertiser abbiamo spiegato come. Per mantenere l’equilibrio vitale della redditività, aiutano gli inserzionisti a impostare le offerte migliori per attirare più traffico di alta qualità possibile sulle loro offerte. D’altra parte, devono fornire un tasso di riempimento del 100% con gli annunci per i publisher, portando in primo piano offerte più elevate.

    * We assume you're happy with our Privacy Policy


      * Asumimos que estás de acuerdo con nuestra
      Política de privacidad


        * We assume you're happy with our Privacy Policy